NOTIZIE STORIE

Alla conquista della Spagna (con vantaggi per l’Italia)

conquista-spagna

In questo blog non abbiamo dato mai spazio alle nostre collaborazioni con squadra di Serie A. Ci siamo sempre mantenuti al fianco dei club dilettantistici, ascoltando i loro pareri, regalando premi, creando iniziative e possibilità. Aiutare queste squadre è la nostra missione.

Da questa stagione GoalShouter ha cominciato ad espandersi nel Regno Unito ed in Spagna. L’obiettivo è uno: crescere.
Crescere significa garantire un progetto duraturo e sempre più vicino alle esigenze di piccoli grandi club.

Abbiamo scoperto che le piccole società inglesi sono più organizzate rispetto a quelle italiane, mentre il calcio spagnolo è molto simile a quello nostrano, seppur a parità di categoria c’è molto meno denaro.

Qualsiasi club contattato ad oggi ha sempre espresso un’esigenza: un aiuto concreto.

Con GoalShouter abbiamo cominciato a muoverci a due livelli:

Per entrare anche nel mercato spagnolo e italiano c’era bisogno di un biglietto da visita.
Ieri, abbiamo colto la palla al balzo!

Qui Spagna, gioca la UCAM!

Daniele Semeraro di GoalShouter (al centro), in compagnia degli amici Walter Arru e Matteo Radice, studenti di Sport Management

Daniele Semeraro di GoalShouter (al centro), in compagnia di Walter Arru e Matteo Radice, studenti di Sport Management

Sfruttando un vantaggio logico (Daniele Semeraro vive in Spagna), abbiamo deciso di assistere alla partita di LIGA 1|2|3 tra UCAM Murcia e Girona. Sorpresa delle sorprese, il match è stato deciso dall’italiano Samuele Longo,  ex primavera Inter e ex Cagliari.

Abbiamo avuto modo di sperimentare ancora una volta GoalShouter e ricordato che in alcuni stadi da lontano proprio non si vede un tubo.
In ogni caso, il nostro biglietto da visita è bello pronto: un report completo di gara (possesso palla compreso), grafiche personalizzate e tanto altro, da presentare alle società che nutrono un qualche tipo di interesse verso la nostra App… e noi siamo pronti per metterci anche al loro servizio.

Senza strafare con comunicati e attività di marketing, molte squadre iberiche si sono già avvicinate all’App: Náxara, Samano, Cd Bala Azul, Águila, Lorca, La Roda. Soprattutto ci sentiamo di ringraziare lo studente Roberto Ramallo, il CD DéniaXuss Català. Senza di loro non sarebbe mai stato possibile lanciare GoalShouter in lingua spagnola.

 

Perché GoalShouter in Spagna è un vantaggio anche per le squadre italiane?

Come già detto, abbiamo finalmente la possibilità di consolidare il nostro progetto. Crescere significa avere la forza di sperimentare nuove funzioni, soddisfare tutte le richieste fatte dalle squadre.  Altra arma di crescita è proprio questo blog, nato per soddisfare l’esigenza di chi vuole imparare, senza sforzi, a utilizzare l’App e scoprirne le opportunità.

Adesso vogliamo darvi un piccolo ulteriore spunto…
Molti forse non ricordano, ma recentemente Milan e Atletico de Madrid sono stati autori di una collaborazione chiamata social fair play, con scambio di complimenti su Twitter.

Partendo da questo, tutte le squadre citate in questo articolo sono dotate di una pagina facebook e twitter. Il Dénia, ad esempio, condivide con GoalShouter tutte le partite del settore giovanile. Un lavoro di comunicazione mostruoso, che ricorda quello fatto dal Lavarian Mortean di Alessio Beltrame. Con il tempo, GoalShouter ha creato amicizie tra le squadre che condividevono l’uso dell’App. E’ nato uno scambio idee, di sogni, di progetti.

Sarebbe bello vedere qualcosa di simile a quanto fatto tra Milan e Atletico Madrid anche tra squadra italiane, spagnole ed inglesi che condividono l’uso di GoalShouter. Datevi da fare, ragazzi!!!

spagna-longo

 

 

Ti potrebbero interessare anche

Nessun commento

Commenta